in

A Perugia I Love Fish: trenta piatti dedicati al pesce

Dal panino della Valnerina dell’Osteria Rosso di Sera a Zonzo, agli gnocchi con sugo di tinca affumicata dell’Osteria Tinca’nto, alle sarde in saore con bossolà della Pro Loco Chioggia e Sottomarina, al piatto di crudo composto da 3 tartare miste del Ristorante Mare Marco Maurizi, al coregone marinato della Martana Ittica. Saranno trenta i piatti, sia innovativi che legati alla tradizione, che gli estimatori del pesce potranno assaggiare durante la seconda edizione di “I Love Fish”, la manifestazione ad ingresso libero in programma presso il percorso verde Leonardo Cenci di Pian di Massiano di Perugia da giovedì 6 a domenica 9 giugno prossimi. Ognuno di loro sarà un’esperienza culinaria unica, che si accompagnerà a racconti e riflessioni sul consumo consapevole, promuovendo l’importanza della salubrità del pesce a tavola e il suo impatto socio-ecologico, con il coinvolgimento di tante realtà associative ed economiche legate al settore ittico e non solo.

“I piatti che proporremo nascono anche da fusioni con alcune realtà del territorio come, ad esempio, il panino della Valnerina, nato dalla collaborazione con i Troticoltura della Valnerina, a cui teniamo particolarmente visto che è stato ideato per la nostra manifestazione. Anche quest’anno, inoltre, riproporremo incontri, dibattiti, laboratori, show cooking, un mercato di prodotti del territorio e tanto altro. Mentre la novità assoluta di questa edizione sarà lo spazio musicale. Ogni sera proporremo un genere diverso e il percorso verde Leonardo Cenci si animerà di tanta buona musica. Il nostro obiettivo è quello di offrire una manifestazione rivolta a tutti i cittadini: dai più piccoli ai più grandi”, spiega Luca Broncolo, presidente di Verso (associazione di promozione sociale) che organizza la manifestazione in collaborazione con Un/Lab e con il patrocinio del Comune di Perugia e dell’Unione dei Comuni del Trasimeno.

GLI APPUNTAMENTI MUSICALI – Giovedì 6 giugno spazio al dj set marcato Universitario Perugino, con Loco e Pellix in consolle. Venerdì 7 si alterneranno sul palco due formazioni locali che stanno crescendo di anno in anno, calcando palchi di svariati festival ed eventi: Ventura (indi) e Falegnameria Marri (rock e folk). Sabato 8 sarà la volta di Faust-T & The Jam Session Band, una ricca live performance con più strumentisti guidata da uno degli storici dj di Perugia, Faust-T (musical host), accompagnato da Wilkinz (percussioni); Sax Men (voce e sax); Josuè (tastiere e sintetizzatori). L’ultimo giorno, domenica 9, si comincerà a ballare dalle ore 19 con Fab May Day, uno dei più noti dj di Perugia, che da 16 anni gestisce la sua serata “Friday I’m in Rock” e che, per I Love Fish presenterà “Ritmo Odissey”, un set dai ritmi disco, afro, e highlife. Per finire tutti sul palco per il brindisi ed il lancio della terza edizione di I Love Fish.

PREVIEW DELLA MANIFESTAZIONE – Dal 29 maggio al 2 giugno preview di I Love Fish al Quasar Village! Per lanciare la manifestazione verranno esposti nella Galleria commerciale del Quasar Village, alcuni dei lavori realizzati dalle scuole d’infanzia della provincia di Perugia nell’ambito del contest artistico “Ecco il mare che vogliamo”, volto a sensibilizzare i più piccoli sui temi della salvaguardia delle acque e sulle pratiche del riciclo e del riuso. Inoltre, domenica 2 giugno, dalle ore 17 alle ore 19, degustazione gratuita sempre in Galleria, offerta da Osteria Tinca’nto, uno degli operatori food di I Love Fish.

TUTTI I PIATTI PROPOSTI DA I LOVE FISH – All’evento sarà presente la miglior ristorazione locale e le realtà gastronomiche che rappresentano il mondo della cucina di pesce con: Osteria Rosso di Sera a Zonzo (panino della Valnerina, panino con porchetta di lago e supplì al tegamaccio), La Locanda dei Pescatori del Trasimeno (trasimeno fish&chips e chicche della regina), Osteria Tinca’nto (gnocchi con sugo di tinca affumicata, frittura di persico e agoni e crostone burrata, persico marinato e cipolla rossa di cannara), La Vecchia Frittoria (fritto reale e paella del Trasimeno), Proloco Chioggia e Sottomarina (sarde in saore con bossolà, bigoli in salsa e cicchetto chioggiotto), Proloco Ars Badiola (insalata di baccalà con ceci e filetto di baccalà fritto), Proloco Villa Pitignano (cappellaccio di bufala e baccalà e baccalà alla perugina), Martana Ittica snc (coregone marinato, lattarino fritto e persico reale fritto), Marco Maurizi Ristorante Pescheria Montalto di Castro (frittura mista composta da calamari, gamberi, alici, baccalà e 2 diversi piatti di crudo composto da 3 tartare miste), Tipici Mediterranei Taranto (panzerotto cantabrico, panzerotto margherita, orecchiette contadine, orecchiette dei due mari e dolce pasticciotto pugliese), Dulcinea Gelateria (gelato e brioches con gelato).

Written by Redazione Web

Milan Games Week 2024, l’autore di Resident Evil tra gli ospiti

Deruta, incontro con il Generale Cornacchia per conoscere molti dettagli della storia d’Italia