in

Acqua, Politecnico Milano sperimenta la fibra ottica contro lo spreco della rete idrica

(Adnkronos) – Utilizzare sensori in fibra ottica per monitorare le reti idriche contro gli sprechi. I ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano hanno infatti sperimentato l’uso di sensori distribuiti in fibra ottica (Dfos) basati sulla tecnologia Stimulated Brillouin Scattering (Sbs) per il monitoraggio delle reti di condotte idriche su lunghe distanze. Alla base di questa tecnologia c’è la comune ed economica fibra ottica per le telecomunicazioni (che porta internet nelle nostre case) in grado di misurare deformazioni al centesimo di millimetro. 

Gli studiosi hanno lavorato su tubazioni in Polietilene ad Alta Densità (Hdpe), oggi le più comunemente impiegate per la realizzazione di impianti di distribuzione. Avvolgendo e fissando il cavo sensore in fibra ottica sulla superficie esterna del tubo, hanno verificato la capacità di rilevare deformazioni legate ad anomalie di pressione lungo una condotta, come quelle causate proprio da perdite d’acqua. 

La sperimentazione si è articolata in due fasi. “Nella prima – spiegano i ricercatori- abbiamo valutato la sensibilità del layout sensoristico su una tubazione in Hdpe sollecitata con pressione statica. Superata positivamente questa prima fase, ci si siamo quindi concentrati sul rilevamento dell’anomalia di pressione prodotta da una perdita in un circuito di tubazioni con acqua corrente. I risultati ottenuti hanno restituito complessivamente un riscontro positivo sull’uso dei Dfos, confermando la possibilità di identificare e localizzare perdite idriche anche molto contenute”. 

Nel futuro, la tecnologia sperimentata verrà ulteriormente sviluppata verso una produzione a livello industriale di tubi in Hdpe “nativamente intelligenti”, in cui i DfosS sono integrati nella superficie della condotta durante il processo di estrusione.  

Lo studio è stato firmato da Manuel Bertulessi, Daniele Fabrizio Bignami, Ilaria Boschini, Marina Longoni, Giovanni Menduni e Jacopo Morosi,Lo spreco della risorsa idrica costituisce una problematica a livello globale, acuita sempre più dall’impatto dei cambiamenti climatici sulla catena idrologica.  

Stando ai dati Istat relativi al 2022, in Italia, oltre un terzo dell’acqua immessa nella rete di distribuzione nazionale viene dispersa. Il monitoraggio diffuso e la manutenzione efficiente dell’infrastruttura “sono pertanto due azioni strategiche e urgenti” scandiscono i ricercatori del PoliMi. 

Written by Adnkronos

Spazio, Thales Alenia Space sigla contratti per 300 mln per Galileo Seconda Generazione

Sea of Thieves, nuovo DLC The Legend of Monkey Island