in , ,

Alla Stranieri il simposio “Maria Montessori – una Pedagogia per la Pace”

Previsto per la mattinata di lunedì 15 luglio, sarà un evento a più voci

Il Corso Internazionale di perfezionamento “Maria Montessori – Pedagogy for Peace”, organizzato dall’Università per Stranieri di Perugia e dall’Ente Santa Croce Maria Montessori, si conclude con un grande evento dedicato alla figura della studiosa di Chiaravalle, il quale intende porsi come ponte tra la prima edizione di questa iniziativa formativa e la futura, di cui costituirà anche momento di elaborazione e di progetto.


Il simposio Maria Montessori – una Pedagogia per la Pace, previsto per la mattinata di lunedì 15 luglio, sarà infatti un evento in cui più voci, appartenenti al mondo della pedagogia, della formazione, della non violenza, della tutela dell’infanzia, e naturalmente alla costellazione montessoriana, si interrogheranno sugli scritti della pedagogista, specie nelle loro implicazioni pacifistiche e ancorate al principio di accettazione dell’altro e di ogni diversità.
E ciò in ragione del fatto che l’eredità di Montessori nell’ambito dell’educazione alla pace è rilevante oggi più che mai. Molto in questo senso deve la studiosa marchigiana all’Umbria, in cui non solo conosce le idee di importanti pensatori della pace, come San Francesco d’Assisi e Aldo Capitini (filosofo, politico e poeta; 1899‐1968), ma in cui scrive anche la sua opera più famosa: “Il Metodo della Pedagogia Scientifica” (a Villa Montesca, presso Città di Castello, nel 1909), e fonda il Centro Studi Pedagogici (presso l’Università per Stranieri di Perugia, nel 1950). Dà testimonianza di ciò la preghiera che Maria Montessori vuole incidere sulla sua lapide: “Io prego i cari bambini, che possono tutto, di unirsi a me per la costruzione della pace negli uomini e nel mondo”.


Il simposio, organizzato dall’ateneo di Palazzo Gallenga e dal Santa Croce, con il sostegno di A.M.I. – Association Montessori Internationale, è destinato a tutti gli insegnanti montessoriani del mondo e a coloro che desiderano aprirsi alla pedagogia della studiosa di Chiaravalle.
Nella giornata del 15 luglio prossimo sono previsti i contributi di: Sabina Orzella, Presidente del Santa Croce Maria Montessori, Stefania Giannini, vicedirettrice UNESCO, Eleonora Mincio di Save the Children, Ingrid Dal Mut dell’Association Montessori Internationale, Padre Enzo Fortunato, della Basilica di San Pietro in Vaticano, Giuseppe Moscati, della Fondazione Aldo Capitini, Fabrizio Boldrini, della Fondazione Villa Montesca, Matteo Ferroni, del Santa Croce, Matteo Manicardi, del Movimento Laudato Si, e Cristina Gaggioli, docente Unistrapg.
L’evento è gratuito, aperto agli insegnanti di ordine e grado, agli studenti e a tutti gli interessati.

Written by Admin

Due maxi-tartufi per una maxi-beneficenza: successo per la cena-evento organizzata da Giuliano Martinelli a favore dell’Airc

Consegnato questo pomeriggio all’Istituto Casoria un elettrocardiografo ECG100S