Il Bonus Pubblicità torna anche nel 2024. L’agevolazione può essere chiesta dal 1° marzo al 2 aprile 2024: si tratta di un’agevolazione che consiste in un credito di imposta per coloro che decidono di pubblicizzare la propria attività attraverso i quotidiani sia cartacei che online.

Se sei un’impresa che vuole raggiungere il successo puoi sponsorizzare la tua attività sul nostro giornale che dà visibilità a piccole e grandi aziende dal settore food, dell’agroalimentare e dell’industria.

Bonus Pubblicità 2024: rientra il 75% degli investimenti

Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria rende noto che è possibile inviare la “Comunicazione per l’accesso” al credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali per l’anno 2024, attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando l’apposita procedura disponibile nella sezione “Servizi” dell’area riservata, accessibile con Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Carta d’Identità Elettronica (CIE) oppure, nei casi previsti, mediante le credenziali Entratel o Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle Entrate.

Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente. Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati. Gli investimenti che usufruiscono del rimborso sono soltanto quelli resi sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line. Sono dunque esclusi gli investimenti pubblicitari effettuati sulle emittenti televisive e radiofoniche, analogiche o digitali.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Bonus Pubblicità 2024: i documenti necessari

Per beneficiare dell’agevolazione fiscale, i soggetti interessati devono presentare:

– la “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, contenente i dati degli investimenti effettuati o da effettuare nell’anno agevolato;

– la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, con cui attestare che gli investimenti indicati nella comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, presentata in precedenza, sono stati effettivamente realizzati nell’anno agevolato e che gli stessi soddisfano i requisiti previsti dalla norma.

L’ammontare del credito d’imposta effettivamente fruibile da ciascun richiedente è stabilito con provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, pubblicato sul sito istituzionale del Dipartimento stesso. Il credito d’imposta riconosciuto è utilizzabile esclusivamente in compensazione mediante il modello F24 (codice tributo “6900”), che deve essere presentato tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ammessi.

Modalità di presentazione

La comunicazione per l’accesso al credito d’imposta e la successiva dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati devono essere presentate esclusivamente in via telematica, tramite lo specifico servizio disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, direttamente da parte dei soggetti interessati o avvalendosi di intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.). Sul sito dell’Agenzia delle Entrare è inoltre possibile scaricare i modelli e le istruzioni per richiedere il Bonus Pubblicità 2024.

Termini di presentazione

La comunicazione per l’accesso al Bonus Pubblicità 2024 deve essere inviata dal 1° marzo al 2 aprile 2024.