in

Emanuela Orlandi, i fratelli: “Da zio solo avances verbali, Vaticano vuole verità di comodo”

(Adnkronos) – “Mio zio mi fece solo semplici avances verbali, al momento fui scossa ma finì lì e lo raccontai solo al nostro sacerdote in confessione”. Così Natalina Orlandi, sorella di Emanuela nella conferenza stampa convocata dopo le indiscrezioni su un presunto collegamento tra la scomparsa della sorella nel 1983 e presunti abusi in famiglia. “Qualcuno in Vaticano vuole spostare le responsabilità all’esterno”, ha accusato Pietro Orlandi scondo il quale il promotore di giustizia “non sta lavorando per arrivare alla verità ma per arrivare a una verità di comodo”. 

Written by Adnkronos

Pnrr, governo modifica 10 obiettivi quarta rata

Tom Holland, la confessione: “Ero schiavo dell’alcol”