in ,

Foligno, la Polizia ha arrestato 52enne evasa dai domiciliari, ubriaca e armata di coltello

Denunciato l’atteggiamento aggressivo e minaccioso ai danni di una vicina

Il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Foligno ha dato attuazione ad un provvedimento di sospensione della misura alternativa del differimento pena nelle forme della detenzione domiciliare con contestuale applicazione dell’ordine di carcerazione – emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto lo scorso 11 luglio – nei confronti di una 52enne, condannata in stato di libertà alla pena 10 anni e 13 giorni di reclusione, per i reati di furto e rapina.

Lo scorso 8 luglio, infatti, nel corso di un controllo, la donna era stata trovata dai poliziotti fuori dall’abitazione, in palese stato di alterazione dovuto all’abuso di bevande alcoliche e in violazione della misura del differimento pena nelle forme della detenzione domiciliare a cui era stata ammessa.

Il giorno seguente, gli agenti del Commissariato erano nuovamente intervenuti nei pressi dell’abitazione della 52enne, ove era stato segnalato l’atteggiamento aggressivo e minaccioso di quest’ultima – armata di coltello – ai danni di una vicina.

Considerati i comportamenti della condannata, il Magistrato di Sorveglianza presso l’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto ha quindi sospeso la misura alternativa del differimento pena nelle forme della detenzione domiciliare disponendo l’immediata carcerazione della condannata.

Sospesa la forma di detenzione, la 52enne è stata quindi accompagnata presso la casa Circondariale di Spoleto dove dovrà scontare la pena di 10 anni e 13 giorni di reclusione.

Written by Admin

Un omaggio ai grandi della musica classica apre il XII Narnia Festival

Fermato alla guida con un tasso alcolemico cinque volte superiore al limite