in

Istat, crolla potere d’acquisto: -2% in 10 anni e stipendi al palo

(Adnkronos) – Il potere di acquisto delle retribuzioni nel 2022 è cresciuto nella media Ue a 27 del 2,5% rispetto al 2013, mentre in Italia è diminuito del 2%. Lo rileva l’Istat nel rapporto annuale 2023. La Spagna mostra un andamento simile a quello dell’Italia (-2,8%), mentre per la Francia e la Germania il potere di acquisto è aumentato, rispettivamente del 3% e del 5,6%. In termini di Standard di potere di acquisto (Spa), tra i Paesi della Ue a 27 la retribuzione media annua lorda per dipendente in Italia risultava pari a quasi 27.000 nel 2021, inferiore di circa 3.700 euro a quella dell’Ue a 27 (-12%) e di oltre 8.000 a quella della Germania (-23%). 

Quanto alla crescita delle retribuzioni lorde annue per dipendente è stata di circa il 12% nel 2022 rispetto al 2013, pari alla metà di quella osservata nella media dell’Ue a 27 (+23%). Anche in questo caso il Paese con dinamica più simile è la Spagna (+11,8 per cento), mentre quella della Francia (+18,3 per cento) e soprattutto della Germania (+27,1 per cento) sono decisamente più positive. 

Written by Adnkronos

Con «Mito» di Cettina Donato e Zoe Pia… sospesi fra le correnti dell’anima e dell’immaginario (Alfa Music 2023)

In Italia 63% delle diagnosi per Hiv arriva quando la malattia è conclamata