in

Label Rose raddoppia fatturato, nel 2023 raggiunge 4,4 mln

(Adnkronos) –
Label Rose, b
rand di borse e articoli di piccola pelletteria fondato nel 2020 con l’obiettivo di rendere accessibile il mercato degli accessori, chiude il 2023 raggiungendo il traguardo dei 4.4 milioni di euro, ponendo come proposito per il 2024 la crescita costante dell’azienda e l’ampliamento della distribuzione in Italia e all’estero.  

Una storia che va oltre i soli numeri, con protagonista una giovane imprenditrice digitale che grazie alla sua esperienza e determinazione ha portato un’intuizione al successo, diventando una fonte di ispirazione per le future generazioni di donne ed un esempio per quelle attuali. “Mi sono innamorata del mondo della moda e, in particolare degli accessori, lentamente, un passo per volta” spiega Francesca Ammaturo, la founder di Label Rose che da bambina trascorreva le giornate nell’ufficio stile dell’azienda di famiglia, cogliendone la passione e creatività che oggi sono il pilastro fondamentale del suo marchio.  

Da ballerina professionista a leader della sua azienda, il percorso di business di Francesca comincia ad appena 19 anni quando, dopo anni trascorsi all’estero decide di abbandonare il mondo della danza per ritornare in Italia e dedicarsi alla forte vocazione verso la moda. Reduce già da diversi anni di lavoro e autonomia, prima a Dresda e poi in Repubblica Ceca, l’intraprendenza di Francesca la porta a voler spingersi oltre, sfidare ancora una volta sé stessa e creare da zero un brand che rispecchi la sua personalità. L’idea è che le borse, da semplici accessori, possano essere un’opportunità per giocare e sperimentare con il design, creando modelli che sono estensione della personalità di chi e sceglie: questo il tratto di Label Rose. Democratizzare il mercato di borse e pelletteria, garantendo un’estetica accattivante e di gusto ad un prezzo accessibile, con un’ampia selezione che riesca a soddisfare le esigenze della clientela è la scommessa vinta da Francesca Ammaturo.  

Anche dopo una forte crisi a seguito della pandemia da Covid-19, la determinazione dell’imprenditrice non viene meno e a 3 anni di distanza il marchio propone prodotti di tendenza must-have, vantando una clientela di oltre 100mila donne e più di 300mila followers sui canali social, grazie anche ad un approccio pioneristico nel campo digitale da parte della founder, che l’ha portata prima ad affacciarsi su Instagram e poi ad intuire l’ascesa di TikTok, permettendo a Label Rose di instaurare e mantenere un rapporto diretto con quelli che all’inizio erano semplici curiosi e successivamente son diventati un importante bacino di utenza e supporter del brand.  

Il 2023 segna un nuovo e importante traguardo per l’azienda, raggiungendo vendite per più di 4.4 milioni di euro, con uno straordinario incremento del 100% rispetto ai 2,2 milioni del 2022. Sono oltre 120mila i pezzi venduti nel corso dell’ultimo anno, attraverso la piattaforma e-commerce e i 70 rivenditori multi-brand, stabilendo a novembre un record di 700mila euro di vendite in un mese. L’azienda oggi conta 14 dipendenti, di cui la maggior parte giovani donne under 30 ispirate dal percorso di Francesca, e che vuole essere un esempio di imprenditoria giovane, con un modello di business che amplia e rinnova costantemente l’offerta nel corso della stagione, intercettando i trend del momento e creando nuovi oggetti del desiderio in produzioni volutamente contenute nei volumi, immediatamente sold-out, non lasciando mai calare il sipario sulla proposta Label Rose. 

Written by Adnkronos

Trattori, Uniti si vince: “Ue ci ripensa su agrofarmaci? E’ grazie a ribellione”

Isee, Forum Associazioni Familiari: “Rivedere strumento che mostra limiti di opportunità”