Libri, in ‘Sosia’ il viaggio di Naomi Klein nel Mondo Specchio

(Adnkronos) – Torna Naomi Klein: dopo avere negli ultimi 25 anni mappato e documentato gli sviluppi politici e culturali con una serie di corrosivi bestseller – da No Logo a Shock Economy e Il mondo in fiamme – svelando gli effetti dello strapotere dei grandi marchi, dell’austerity e dello sfruttamento selvaggio delle risorse naturali l’autrice canadese porta in libreria ‘Sosia’ – pubblicato dalla Nave di Teseo nella collana i Fari (pp. 512, 22 euro) il 19 settembre in contemporanea mondiale. Una analisi con cui la Klein “si inoltra nelle profondità di quello che viene definito il Mondo Specchio, il “secondo mondo” delle piattaforme social: popolato da doppi e immerso nel caos, in cui movimenti di estrema destra fingono piena solidarietà alle classi lavoratrici, i contenuti generati dall’IA sfumano i confini tra autentico e artefatto, i guru del benessere New Age votatisi alla propaganda No Vax rimescolano le carte delle affiliazioni politiche; e in cui molti di noi proiettano i propri avatar digitali meticolosamente curati”. 

Significativo il titolo originale – ‘Doppelgänger’ parola che in tedesco può essere tradotta appunto con sosia, doppio, gemello maligno – visto che – spiega l’autrice – questo libro “mostra cosa si prova nel vedere la propria identità dissolversi nell’etere digitale, un’esperienza che probabilmente molti di noi vivranno molto presto nell’era dell’IA. Si tratta soprattutto di un tentativo di fare i conti con la follia del presente, con l’ondata di complottismo e con l’emergere di strane alleanze trasversali in uno scenario in cui nessuno è più quello che sembra. In Sosia ho provato a tracciare una mappa per orientarci in questo momento storico; e per riuscirci, ho dovuto perdermi più di una volta”. 

Naomi Klein inizia questa sua avventura intellettuale lottando con il proprio sosia: una autrice di vedute antitetiche alle sue ma simile per nome e figura pubblica a tal punto da dare adito a un frequentissimo scambio di persona nelle comunità social; da qui, l’autrice volge lo sguardo ai nostri paesaggi psichici e all’insieme delle crisi economiche, ambientali, sanitarie e politiche del nostro mondo attuale. Autrice di libri pubblicati in 35 lingue Naomi Klein è professore associato nel dipartimento di Geografia all’Università della British Columbia, oltre ad essere la fondatrice e co-direttrice del Centre of Climate Justice presso la medesima università e professoressa onoraria di Media e Clima all’Università di Rutgers. I suoi articoli sono apparsi sulle testate più prestigiose di tutto il mondo e ha appena avviato una nuova rubrica sul quotidiano britannico “The Guardian”. 

What do you think?

Written by Adnkronos

Brigitte Bardot, malore in casa per il caldo a Saint-Tropez

‘Voci e Storie a Porto Cervo’, al via la rassegna culturale de La Ragione