in

Marozsan vince il titolo A Perugia, sconfitto Lavagno

Marozsan Vince Il Titolo A Perugia, Sconfitto Lavagno “Fiero Di Me, Ma Ho Tanti Margini Per Crescere” Marchesini: “La Risposta Del Pubblico È Un Premio”

Perugia, 18 giugno 2023 – Fabian Marozsan è il campione degli Internazionali di Tennis Città di Perugia | G.I.Ma. Tennis Cup. Nella splendida cornice notturna del Centrale del Tennis Club Perugia, l’ungherese si è imposto su Edoardo Lavagno e ha alzato al cielo il trofeo del torneo ATP Challenger 125 organizzato da MEF Tennis Events. Ancora una volta magnifica la risposta del pubblico, che ha onorato l’atto conclusivo dell’ottava edizione della rassegna. La sfida si è conclusa con lo score 6-2 6-3 per il tennista di Budapest, che con questa vittoria diventerà numero 91 del mondo. Al netto della sconfitta, grande balzo in classifica anche per Edoardo Lavagno. Il piemontese da lunedì sarà numero 223 ATP.

Marozsan diventa grande nella notte di Perugia – Dalla vittoria contro Alcaraz al titolo nel Challenger di Perugia. Per Fabian Marozsan è stato un mese di fuoco nel segno dell’Italia. L’ennesimo match a senso unico della settimana corona la cavalcata del classe 1999 ungherese, che con un netto 6-2 6-3 ha regolato Edoardo Lavagno. Nel secondo parziale era arrivata una buona reazione dell’azzurro, ma al controbreak è subito seguito un nuovo break che ha mandato in ghiaccio la partita. “Sono contento di come sto giocando e sono felice di vincere questo titolo. Edoardo ha fatto una grande settimana e gli faccio i complimenti – le parole di Marozsan dopo il trionfo -. Ho iniziato l’avventura con un nuovo team e sta andando veramente bene. Sono fiero di quello che sto facendo, poche settimane fa non avevo mai battuto un top 100. Conosco il mio tennis e posso migliorare quasi in tutto: ho dei margini”.

Marchesini: “Il pubblico umbro ha risposto alla grande” – L’ottava edizione degli Internazionali di Tennis Città di Perugia | G.I.Ma. Tennis Cup è andata in archivio con successo. Per tutta la settimana la manifestazione ha intrattenuto il tantissimo pubblico che si è riversato al Tennis Club Perugia nelle varie giornate di gara. “Questo torneo cresce ogni anno e la presenza di così tanti spettatori è una soddisfazione. Perugia e l’Umbria hanno risposto alla grande – le parole di Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events -. Possiamo puntare a crescere ogni anno e abbiamo dimostrato ancora una volta di essere pronti ad accogliere grandi campioni”. Il riferimento è naturalmente a Dominic Thiem, ex numero 3 del mondo e campione degli US Open 2020, che ha ricevuto una wild card per giocare il torneo: “Doveva venire lo scorso anno, ma si infortunò. Dopo la sconfitta al Roland Garros si è ricordato di noi e ci ha chiamato per chiederci la wild card. Abbiamo aspettato ad annunciarlo perché sapevamo che può succedere di tutto, è inutile esaltare l’entry list tre settimane prima”. In un’edizione della rassegna che ha visto altri grandi giocatori come Pedro Cachin, Jaume Munar e Albert Ramos-Vinolas, è arrivata però la sorpresa Edoardo Lavagno, accolta positivamente da tutti gli appassionati: “Siamo sempre contenti di portare gli italiani in fondo ai nostri tornei e siamo felici di aver scoperto Edoardo Lavagno, qui a Perugia ha giocato un tennis di altissimo livello”. Il grande tennis tornerà in Umbria il 14 agosto, data di inizio del Challenger di Todi: “Abbiamo accolto con piacere la richiesta dell’ATP di spostare il torneo nella settimana di ferragosto. Poi a settembre abbiamo in programma il WTA 125 di Parma che culminerà con la finale di sabato 23 settembre. Questo perché il 24 settembre dovrebbe iniziare l’ATP Challenger 100 di Olbia, stiamo lavorando per realizzarlo ed ogni giorno le percentuali aumentano”.

Il risultato di domenica 18 giugno

Finale

Fabian Marozsan (7) b. Edoardo Lavagno (WC) 6-2 6-3

Written by Redazione

L’associazione Umbria Economy presenta “La città universale”, libro scritto da Dario Nardella sindaco di Firenze

Amici della Musica di Perugia e Teatro Cucinelli di Solomeo, in Umbria torna la bella stagione della grande musica