in

Marsciano, chiude l’anno scolastico lo spettacolo teatrale del Salvatorelli-Moneta

Iniziativa nell’ambito del laboratorio ‘Teatro a scuola, a scuola di teatro’ – La rappresentazione ‘La città alata’ è andata in scena al Teatro della Concordia

‘La città alata’ è il titolo dello spettacolo teatrale messo in scena dagli studenti dell’Istituto omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta di Marsciano in occasione della fine dell’anno scolastico. Una rappresentazione ripetuta per ben tre volte al Teatro della Concordia di Marsciano, offerta sia alla cittadinanza che agli alunni della scuola, liberamente tratta da ‘Gli uccelli’ di Aristofane. Un’iniziativa molto apprezzata dal pubblico, resa possibile grazie al progetto Pon-Fse ‘Socialità, apprendimenti, accoglienza’ e che si è sviluppata nell’ambito del laboratorio teatrale SS2 ‘Teatro a scuola, a scuola di teatro’.

“Il progetto ‘Teatro a scuola, a scuola di teatro’ – spiega la professoressa referente del progetto, Federica Pelli – parte dalla convinzione che il teatro abbia una grande valenza educativa e pedagogica nella scuola. L’attività teatrale, sia in forma di laboratorio attivo, sia in forma di visione partecipativa, può rispondere ai molteplici bisogni dei nostri studenti, soprattutto nei casi di soggetti deboli (con disabilità, disagio) o in realtà dove è indispensabile favorire l’integrazione e la partecipazione.  Il teatro rappresenta un’importante forma d’arte collettiva: fare teatro significa lavorare in gruppo, ascoltare sé stessi e gli altri, concentrarsi verso un obiettivo comune ed è quindi un mezzo per affrontare la problematica del non-ascolto, la mancanza di concentrazione e la tendenza ad agire in maniera sempre più individuale, veloce e frammentaria”. “L’iniziativa – afferma la dirigente dell’istituto, professoressa Francesca Gobbi –, intende avvicinare gli studenti dei corsi liceale, professionale e tecnico al mondo del teatro e della recitazione, attraverso un’attività culturale di buon livello che li educa alla spontaneità, alla libera espressione ma anche a saper leggere, comprendere, produrre e interpretare un testo. Si intendono inoltre potenziare le competenze sociali e civiche degli studenti, con la finalità di educarli al confronto e al rispetto delle regole, attraverso il consolidamento della capacità di relazionarsi in modo consapevole con gli altri, lo sviluppo della socializzazione, lo spirito di collaborazione e di accettazione reciproca”.

Il dirigente scolastico dell’istituto marscianese, che ha presenziato al matinée per gli studenti nell’occasione, ha ringraziato i giovani attori e tutti coloro che hanno reso possibile la rappresentazione, in modo particolare il Comune di Marsciano che ha sponsorizzato l’evento, rappresentato dal vicesindaco Andrea Pilati.

L’esperienza teatrale del ‘Salvatorelli-Moneta’ continua una tradizione più che ventennale dell’istituto, con un sempre maggiore coinvolgimento degli studenti. Contando sulla collaborazione della regista Nicol Martini, inoltre, si conferma per complessità e livello degli spettacoli, come dimostra anche il successo che sempre riscuotono in termini di gradimento e pubblico.

Written by Admin

Volontariato – In corso la mappatura delle associazioni del Trasimeno

Alla Stranieri nell’ambito delle giornate di studi “Euniverciné”registi e studiosi europei dialogano con gli studenti sul cinema europeo