in , ,

Nicola Drago (ioCambio) sulle riforme costituzionali:siamo sulla strada giusta ma il percorso è ancora lungo

@facebook.com/iocambio

Roma, 07.02.2024 – In merito alle ultime modifiche della maggioranza alla riforma del Premierato, Nicola Drago, Presidente di ioCambio, movimento apartitico che promuove stabilità e governabilità del Paese, sostiene che ci sia ancora molta strada da fare.

“Seppur le nuove modifiche sembrano andare nella giusta direzione – limitazioni al subentro di un secondo Premier non eletto, introduzione del limite di due mandati, eliminazione del premio di maggioranza del 55% – restano ancora troppo aperti e troppo barocchi i meccanismi che regolano i rapporti di fiducia/sfiducia tra parlamento e governo e le eventuali crisi”. E aggiunge: “C’è la necessità che queste norme siano semplificate e rese più lineari per facilitare la comprensione e l’attuazione”.

Drago ha inoltre ribadito l’impegno di ioCambio a che la riforma sia equilibrata, democratica e risolutiva dei problemi di instabilità che da quarant’anni affliggono il sistema politico italiano. “C’è ancora parecchia strada da fare e i margini di miglioramento della riforma sono ancora ampi. Il nostro obiettivo è che la riforma costituisca una soluzione efficace e duratura ai gravi problemi di instabilità del nostro Paese. Inoltre, auspichiamo la collaborazione tra le varie forze di maggioranza e possibilmente il contributo delle opposizioni che renderebbero questo processo davvero condiviso. Continueremo a dialogare con le istituzioni e a fornire il nostro contributo per assicurare che il testo finale rispecchi questi principi fondamentali.”

Chi siamo

ioCambio è un movimento senza scopo di lucro e apartitico nato nel 2022 per promuovere le riforme istituzionali necessarie a garantire stabilità e governabilità al Paese. Tra i fondatori del movimento ci sono: Nicola Drago (Ad De Agostini Editore), i giuristi Ludovica Chiussi Curzi e Alessandro Sterpa e i manager Davide Dattoli e Georgia Magno.

Written by Redazione

Anci Umbria a sostegno dei malati oncologici insieme ad Aucc

Dengue, l’allarme di Bassetti: “Ci aspetta una stagione peggiore”