in

“Perfetta fotografia della stampa italiana”, Zerocalcare ancora una volta bacchetta i titoli dei giornali

(Adnkronos) – Nuovo capitolo nella saga Zerocalcare vs stampa italiana. Dopo l’episodio con Repubblica per il duro articolo di Merlo sul forfait al Lucca Comics dell’autore, che aveva contestato l’editoriale del cronista sulla rinuncia a partecipare a causa del patrocinio israeliano alla kermesse del fumetto, ora nel mirino finisce il Corriere della Sera. A non piacere nemmeno un po’ stavolta è il titolo dell’intervista pubblicata oggi, e cioè ‘Zerocalcare: «Difendo Cospito e Salis, ma parte della politica per come la conoscevo si è esaurita»’. Ed è così che parte la contestazione su Twitter del diretto interessato, proprio tra i commenti all’articolo che lo riguarda. 

“Posso dì che un’intervista tutta sul libro in cui in un solo passo mi chiede ‘ma invecchiando sei diventato democristiano?’ E io rispondo ‘ma non me pare, le ultime cose mie erano per Salis e Cospito…’ decidere di titolarla così è la fotografia perfetta della stampa italiana?”, scrive il fumettista, che raccoglie i consensi pressoché unanimi dei commentatori. “Clickbait. Sanno che il fumetto interessa, ma solo ad una selezionata nicchia di menti superiori, mentre l’odio politico della polarizzazione ha decisamente più piglio sui grandi numeri”, “Ti è andata bene che due parole che hai realmente detto ci sono finite in quel titolo. Poteva anche andarti peggio”, “Dovresti controregistrare le interviste”, “Che poi per me ce fai comunque un figurone!”, “Ma infatti… me pareva strano. E comunque si, questa è la fotografia perfetta di quasi tutta la stampa italiana”, “Una domanda giornalisticamente di grande qualità e spessore tra parentesi…”, alcune delle riflessioni degli utenti. 

 

Written by Adnkronos

Tumori, +16% casi al seno in 10 anni in Italia. Campagna su percorsi di cura

Terremoto oggi in Calabria: scossa di 3.5 a Delianuova. Tremano ancora i Campi Flegrei