in

Pirateria audiovisiva, nel 2023 almeno un atto da 39% italiani

(Adnkronos) – Secondo un’indagine sulla pirateria audiovisiva, nel 2023 almeno il 39% degli adulti italiani ha usufruito illecitamente di film, serie/fiction, programmi o sport live. La perdita stimata di fatturato per l’economia italiana è pari a circa 2 miliardi di euro, che implica una perdita di pil di circa 821 milioni di euro e una contrazione dei posti di lavoro pari a circa 11.200 unità. Per quanto riguarda le industrie dei contenuti audiovisivi la stima del danno economico potenziale ammonta a circa 767 milioni di euro (+14% rispetto al 2021).  

Written by Adnkronos

Ue: Mf, debito francese e tedesco è cresciuto più di quello italiano negli ultimi 4 anni

Cibo taroccato, all’estero 1 turista italiano su 2 si imbatte in prodotti fake