in

Schlein: “Meloni tace, ostaggio di inchieste e scandali”

(Adnkronos) – “Quanto durerà ancora il silenzio di Meloni? Da settimane è in ostaggio delle inchieste, degli scandali e dei vergognosi sproloqui della sua stessa maggioranza e non abbiamo sentito da lei una sola parola sulle emergenze economiche e sociali del Paese”. Così la segretaria del Pd, Elly Schlein.  

“Non una parola – sottolinea – è arrivata sulla proposta unitaria delle opposizioni sul salario minimo e questo silenzio non punisce l’opposizione ma mortifica tre milioni di lavoratrici e lavoratori poveri. Non una parola e non un fatto sono arrivati sul caro mutui che merita risposte, sull’emergenza abitativa che il governo ha inasprito tagliando il fondo affitto”.  

“Non una parola è arrivata sulla sicurezza sul lavoro, nonostante il tragico stillicidio di vittime. Non una sola proposta su come contrastare l’inflazione galoppante che sta impoverendo il Paese. Cos’altro deve accadere perché, infine, batta un colpo?” dice Schlein. 

Già sabato, al Tg3, la segretaria del Partito democratico, a Bologna per la festa della Cgil, aveva dichiarato: “Quando uscirà dal suo imbarazzato e imbarazzante silenzio, Giorgia Meloni ci dica che cosa pensa della nostra proposta unitaria sul salario minimo. Si sta occupando unicamente delle beghe giudiziarie dei suoi ministri, ma ci sono più di 3 milioni di lavoratrici e lavoratori poveri in Italia che non possono aspettare ancora”.  

Written by Adnkronos

Colera, primo caso in Sardegna dal 1973: pensionato ricoverato a Cagliari

Camorra, duro colpo al clan Cesarano: 18 arresti