in

Sotto traccia. La storia della musica indie contemporanea protagonista a POPUP

(cultura – 1 luglio 2024) La storia della musica indie contemporanea protagonista alla libreria e spazio culturale POPUP, in piazza Birago a Perugia, giovedì 4 luglio alle 19 con il giornalista e critico Hamilton Santià, che presenterà il suo nuovo libro Sotto traccia (effequ). Ad accompagnarlo, lo showcase musicale di Francesco Quatraro, editore, e Maria Stocchi, critica musicale per Rumore, Rockit, e IndieVision.

Sotto traccia. Una storia indie contemporanea

Quando il 5 aprile 1994 Kurt Cobain si spara un colpo in testa diventa mediaticamente l’agnello sacrificale e cambia per sempre il corso della Storia. Con l’avvento di internet prima e dei social poi, attraversando il G8 di Genova e l’11 Settembre, si produce una colonna sonora in cui l’underground diventa genere, stile e cultura. In una parola: indie. Il pensiero sotto traccia cerca una sua strada per diventare discorso comune, creare un nuovo immaginario collettivo senza perdere la sua missione originaria, quella di essere controcultura. Tuttavia, qualcosa è andato storto: le idee che la musica indie trasportava non hanno avuto l’esito sperato. Dal tramonto dei sogni della generazione X all’avvento di Spotify che cambia per sempre l’approccio all’ascolto, questa è una storia che si concentra sul ‘ventennio breve’ 1994-2012, e lo fa attraverso la musica: il racconto di una sconfitta o le basi di una futura rinascita?

L’autore, Hamilton Santià

Hamilton Santià è nato a Torino nel 1986. Ha un dottorato in Storia del Cinema. Lavora nell’editoria. Ha scritto di musica per anni su il Mucchio Selvaggio. Dopo aver scritto su siti e riviste tra cui Linkiesta, Vice, Linus, l’Unità e il Manifesto, attualmente collabora con Sentireascoltare, Rolling Stone ed Esquire. È chitarrista della band indie rock The Wends.

Written by Redazione

“Ma per fortuna è una notte di luna…” a ispirare la 79^ Sagra Musicale Umbra

Gepafin, la finanziaria della Regione Umbria vince il premio Fabrizio Saccomanni per l’operazione Minibond Flea