in

Toscana, il giallo del ‘boato’ scambiato per un terremoto. Ingv: “Non lo è”

(Adnkronos) – “Dai sismografi e rilevazioni non si tratterebbe al momento di un terremoto”. E’ quanto scrive su X il governatore toscano Eugenio Giani in relazione a un forte boato, descritto da molti cittadini sui social, come molto simile a un sisma. Era stato lo stesso Giani a parlarne in un primo momento come di “una scossa”, avvertita “all’isola d’Elba e sentita su tutta la costa”. 

In relazione alle segnalazioni di un “terremoto” che sarebbe avvenuto in Toscana intorno alle 16.30 di oggi, 20 giugno 2024, scrive l’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, “nelle registrazioni della stazione sismica di Cais nell’isola di Capraia il segnale è evidente, ma non si tratta di un segnale sismico, quindi non è un terremoto”. “Non è immediato identificare l’origine del segnale: ad un’indagine preliminare le onde rivelano una velocità apparente (circa 400 m/s) che è molto più bassa di quella tipica di un’onda che si propaga nella crosta terrestre. In aria, le onde viaggiano alla velocità del suono, circa 340 m/s (0.34 km/s), mentre nelle rocce le velocità delle onde P sono di alcuni km/s, tipicamente 5-6 km/s nella crosta e oltre 8 km/s nel mantello”.  

 

Written by Adnkronos

M5S, lo sfogo di Raggi dopo la bufera che ha scosso i vertici pentastellati

Reali, da Eleonor di Spagna a Alexandra di Norvegia, le future regine ‘a scuola di guerra’