in

“Tuberturismo: economia, ricerca e cultura” a Pietralunga

Una rete dinamica per contribuire al futuro dei tartufi attraverso lo scambio di conoscenze Il progetto “Intact” al centro del convegno “Tuberturismo: economia, ricerca e cultura” a Pietralunga La sinergia tra Italia e Spagna

Tuberturismo: economia, ricerca e cultura” il titolo del convegno di alto spessore tenutosi nel Comune di Pietralunga nella mattina di venerdì 30 giugno che ha messo al centro lo stato attuale del settore del tartufo e di tutte le sfide che lo attendono nei tempi a venire. Tempi in cui l’oro nero e la sua coltivazione saranno oggetto non soltanto di studio e ricerca ma diventerà veicolo di indotto economico che passa per una serie di eventi culturali che lo vedranno protagonista e motivo di valorizzazione del territorio a cui è strettamente connesso.

In parallelo è stato presentato il progetto “Intact”, finanziato dall’UE e coordinato dal Consiglio nazionale delle ricerche, a cui il Comune di Pietralunga ha aderito, volto a favorire la collaborazione di ricercatori europei ed extraeuropei nel settore dell’oro nero dell’Umbria.

Alla tavola rotonda, insieme al primo cittadino Mirko Ceci, i maggiori relatori internazionali del settore, la cui partecipazione va a consolidare la posizione sempre più centrale nel mondo del tartufo in Italia (e non solo) del borgo di Pietralunga.

Il convegno, molto partecipato con sala Consiliare gremita di pubblico, ha visto la partecipazione di Andrea Rubini del Cnr che ha descritto il progetto “Intact”, sostanziale per favorire la collaborazione di ricercatori europei ed extraeuropei nel settore del tartufo, Domizia Donnini dell’Università degli Studi di Perugia con un focus sulla tartuficoltura e le sfide attuali, José Antonio Bonet dell’Università di Lleida che ha parlato dello stato attuale del tartufo, Daniel Oliach del Centro di Scienze e Tecnologie Forestali della Catalogna che è intervenuto sui progressi della coltivazione del tartufo, Pablo Podadera-Rivera dell’Università di Malaga con considerazioni sullo sviluppo territoriale socio-economico ed endogeno del settore del tartufo, Francisco José Calderon Vazquez dell’Università di Malaga che si è concentrato su globalizzazione e prodotti di comunità,  Antonella Brancadoro dell’associazione nazionale Città del Tartufo e referente dell’elemento Unesco della Cerca e cavatura del tartufo in Italia: conoscenze e pratiche tradizionali che ha illustrato il ruolo della filiera del tartufo tra cultura e coltura. Presente anche uno dei maggiori esperti del settore che del tartufo ha fatto il centro di un’attività d’eccellenza che opera ormai non solo in Italia ma in tutto il mondo, Giuliano Martinelli dell’azienda Giuliano Tartufi. A chiudere la mattina è stato l’assessore alle Politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria Roberto Morroni che ha sottolineato come il turismo oggi sia sinonimo di esperienza e di come le eccellenze dell’Umbria si fondano in un’alchimia perfetta che permette di garantire la migliore accoglienza e la più qualificata offerta di servizi integrati a tutti coloro che scelgono di visitare il cuore verde d’Italia. Per l’assessore il tartufo, in questa filiera del valore locale, è tra i prodotti che più si identificano come gioiello incastonato nel territorio. 

Il progetto Intact – Rari, profumati e costosi, i tartufi sono prelibatezze del regno dei funghi. Tuttavia, la mancanza di conoscenze circa gli aspetti ecologici e la gestione dei tartufi stessi ne sta mettendo a rischio il futuro, causando il declino della loro produzione e una resa eterogenea delle nuove piantagioni. Per questo, “Intact” intende creare una rete multilaterale di personale di ricerca e innovazione, attivo nell’utilizzo sostenibile di tartufi spontanei e coltivati, includendo coltivazione, conservazione e trattamento. Il consorzio sarà operativo per quattro anni e permetterà l’acquisizione e lo scambio di conoscenze inestimabili a tutti i livelli della catena del valore dei tartufi.

Contatti

www.visitpietralunga.it

Pagina FB “Visit Pietralunga”

Instagram “visitpietralunga”

Written by Redazione

Olivicoltura, i migliori professionisti si incontrano a Spoleto per definire il futuro sostenibile del settore

Con Floriana La Rocca la poesia diventa teatro