in

Ucraina, droni su Mosca: Russia accusa Usa e Nato

(Adnkronos) – Gli attacchi con droni dell’Ucraina nella regione di Mosca non sarebbero possibili senza l’aiuto di Washington e dei suoi alleati della Nato. Lo ha affermato il ministero degli Esteri russo, dopo che stamani è stato sventato un tentativo ucraino di perpetrare un “attacco terroristico” con cinque droni contro la regione di Mosca e Novaya Moskva. “Tali attacchi non sarebbero stati possibili senza l’aiuto al regime di Kiev da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati della Nato”, ha affermato Mosca, secondo cui i Paesi occidentali “addestrano operatori di droni e forniscono informazioni di intelligence necessarie per commettere tali crimini, comprese quelle ottenute con l’aiuto di immagini satellitari civili e militari”. 

“Qualcosa può volare su Mosca, succede”. L’intelligence di Kiev ironizza intanto così sui droni sulla capitale russa, senza fare tuttavia commenti sugli autori dell’attacco. “Se parliamo di Mosca, tradizionalmente non commentiamo. Ma succede. Se, per esempio, la 45esima brigata delle forze speciali ‘rusciste’ s’impegna in azioni di sabotaggio delle retrovie ucraine, questo significa che qualcosa può volare su Mosca. Succede”, ha detto in televisione il portavoce dell’intelligence militare Andrii Yusov, citato da Ukrainska Pravda. Gli ucraini chiamano gli invasori ‘ruscisti ‘, unendo le parole russi e fascisti. 

Mosca stamane ha denunciato un “atto di terrorismo” dell’Ucraina dopo che le autorità russe hanno riferito di droni intercettati che hanno provocato l’interruzione delle operazioni nell’aeroporto di Vnukovo. “Il tentativo del regime di Kiev di attaccare un’area in cui si trovano infrastrutture civili, compreso l’aeroporto, che per inciso accoglie anche voli internazionali, è un altro atto di terrorismo”, ha accusato stamani via Telegram la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova. 

Almeno 16 voli sono stati intanto deviati dall’aeroporto Vnukovo, alcuni “per ragioni di sicurezza”. Sei aerei sono invece stati deviati “per ragioni tecniche”, scrive l’agenzia per il trasporto aereo Rosaviatsiya. ”Tutti i droni che sono stati lanciati su Mosca sono stati abbattuti o neutralizzati utilizzando i sistemi appropriati. Questa è un dato di fatto”, il commento in mattinata del portavoce del Cremlino Dmitry Peskov nel corso di una conferenza stampa. 

“Il ministero russo degli Esteri deve capire che un attacco terroristico e quando lanci deliberatamente per 16 mesi missili balistici e da crociera su aree residenziali e pizzerie affollate”, la replica su Twitter alle parole di Mosca del consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak. Senza mai nominare i droni, Podolyak scrive che “il terrorismo è il principale attributo della Russia di oggi”, elencando la distruzione di Bakhmut, la diga di Kakohovka fatta saltare in aria e l’uccisione di donne, bambini e anziani da parte di “diavoli in uniforme”. 

Written by Adnkronos

La Francia spaccata – Ascolta

Etichette anti spreco sui cibi, tutto rinviato in Ue